fbpx
adenocarcinoma

Cancro polmonare (adenocarcinoma) nei gatti

Adenocarcinoma polmonare nei gatti

L’adenocarcinoma è una neoplasia maligna, che costituisce circa il 75% di tutti i tumori polmonari primari nei gatti. L’adenocarcinoma cresce rapidamente e metastatizza in parti distanti del corpo e degli organi, inclusi cervello, occhi, ossa e linfonodi. Come altri tumori maligni, l’adenocarcinoma dei polmoni è di solito osservato negli animali più anziani (più di dieci anni). Questo tipo di carcinoma è relativamente raro nei gatti, senza disposizione di razza nota.

Sintomi e tipi

La maggior parte dei sintomi sono correlati al sistema respiratorio, ma in caso di metastasi i sintomi variano a seconda della posizione delle metastasi nel corpo. Di seguito sono riportati alcuni dei sintomi osservati in pazienti con adenocarcinoma polmonare:

  • dolore
  • dispnea (difficoltà respiratoria)
  • tachipnea (respiro rapido)
  • basso livello di energia e letargia
  • scarso appetito
  • perdita di peso graduale
  • emottisi (tosse con sangue)
  • pigrizia in caso di metastasi alle ossa
  • atrofia muscolare
  • febbre in alcuni pazienti
  • ascite (un accumulo di liquido nella cavità peritoneale dell’addome)

Le cause

  • idiopatica – la causa esatta è ancora sconosciuta
  • i fattori di rischio sospetti includono la vita in un ambiente urbano e il fumo passivo di sigarette, ma non sono stati dimostrati

Diagnosi

Dovrai fornire una storia completa della salute del tuo gatto, inclusa una storia di base dei sintomi. Dopo aver effettuato un’anamnesi dettagliata e aver effettuato un accurato esame fisico, il veterinario ordinerà vari test di laboratorio, tra cui un profilo ematico completo, un profilo ematico chimico, un emocromo completo e studi radiografici.

Le radiografie toraciche (al torace) sono lo strumento più importante per diagnosticare questa condizione negli animali domestici. Un’ecografia, una tomografia computerizzata (tc) e una risonanza magnetica (mri) possono anche essere utilizzate in alcuni pazienti per confermare la diagnosi. La tac e la risonanza magnetica possono anche aiutare a determinare la possibilità di metastasi del tumore in altre parti del corpo.

Trattamento

Dopo la diagnosi, il gatto può essere indirizzato a un oncologo veterinario per il trattamento. Esistono tre procedure principali per il trattamento del carcinoma, tra cui chirurgia, radioterapia e chemioterapia. Il protocollo o la combinazione di protocolli selezionati si baserà sulla natura, dimensione, posizione o presenza di metastasi (il singolo fattore prognostico più importante). Anche l’età del tuo gatto e altri fattori simili sono significativi nel determinare il corso del trattamento. Nessun singolo trattamento funziona per tutti i pazienti. La chirurgia verrà di solito scelta per la rimozione di un tumore ben localizzato nei polmoni e per la resezione del lobo polmonare interessato. La chemioterapia e la radioterapia sono spesso utilizzate in combinazione per migliorare la prognosi e aumentare il periodo di sopravvivenza. Oltre agli agenti chemioterapici,

Vita e gestione

I gatti con metastasi hanno di solito meno di un anno di vita, ma il trattamento può aumentare il tempo di sopravvivenza. Durante questo periodo puoi migliorare la qualità della vita del tuo gatto fornendo ulteriore cura e affetto. Nel miglior modo possibile, fai attenzione ai modelli respiratori del tuo gatto e proteggilo dall’esposizione al fumo passivo. Per il trattamento in corso, potrebbe essere necessario visitare il proprio oncologo veterinario su base regolare. Segui le linee guida del tuo veterinario, in particolare nel somministrare agenti chemioterapici a casa. Molti agenti chemioterapici possono essere pericolosi per la salute se non gestiti correttamente, consultare il veterinario sulle migliori pratiche di manipolazione.

 

Facebook Comments