fbpx
Curiosità Sui Gatti

Gatto fa la pasta: perché e cosa vuol dire

posted by Claudia 0 comments
gatto pasta

Senza dubbio tra le cose più curiose che fanno i gatti troviamo “la pasta” o “il pane”. Si tratta di quel movimento delle zampe che esegue il gatto su di noi, sui vestiti, il divano o un altro animale. Muove le zampe davanti in modo armonioso, tirando fuori le unghie. Nel frattempo di solito fa anche le fusa. E’ certamente un movimento difficile da spiegare, ma chiunque ha un micio in gatto sa perfettamente di cosa parlo.

Quando il gatto fa la pasta senza dubbio ci sta inviando un messaggio ed è molto piacevole. Tendiamo però a interpretarlo in molti modi differenti, anche se il più comune e diffuso è che si tratta di un gesto di affetto. Proprio per questo motivo oggi siamo qui ad approfondire il tema, per capire bene come, quando e perché il gatto fa la pasta.

Quando il gatto fa la pasta, cos’è questo gesto?

Esistono molti modi per definire questo movimento tipico del gatto. Il più comune è proprio “fare la pasta”. Però si può dire anche “fare il pane” oppure “fare il panettiere”. Almeno se restiamo ovviamente nei confini della lingua italiana. In inglese invece si dice “making bread” oppure “kneading” o ancora “making biscuits”.

Il nostro micio quando fa la pasta è bello concentrato. Muove le zampe in alternanza, dall’alto verso il basso e poi viceversa. Quando appoggia le zampette sulla superficie morbida (spesso la nostra pancia), ecco che tira fuori le unghie. Normalmente utilizza solo le zampe anteriori per impastare, anche se alcuni gatti le usano tutte e quattro (anche se non sempre). Il gatto tende a fare la pasta sul corpo del suo padrone, oppure su di un altro gatto, su di un cane, su una coperta, il cuscino, la cuccia, un peluche etc.

E il discorso delle unghie? Molti gatti fanno la pasta con le unghie, però non tutti. Dipende dal gatto e da come si abitua a “impastare”. Alcuni gatti le tengono fuori solo parzialmente, altri le tengono retratte, altri ancora invece le tengono del tutto fuori. Il problema quando si presenta l’ultimo caso è proprio che il gatto tende a rovinare gli oggetti e, se lo fa su di noi, a graffiarci. Quante volte però non lo fermiamo semplicemente perché ci sembra “tanto dolce” e allora soffriamo in silenzio? Bene, vediamo perché il gatto fa la pasta perciò

Il gatto che fa la pasta: quando e perché

Non esiste un solo “perché”. Partiamo dal principio infatti e vediamo che il gatto la prima volta che impasta è dopo essere nato e lo fa per stimolare la mammella della madre affinché fuoriesca il latte materno. In questo modo può iniziare ad assumere il suo primo pasto. Non solo, la mamma nello stesso momento inizia a impastare anche lei, o meglio, a simulare questo movimento, per rilasciare le endorfine.

Attenzione però, molti proprietari di gatti si domandano il perché il proprio micio adulto non impasta più. La verità è che non tutti i gatti lo fanno. E non c’è un motivo. Non è sinonimo di un problema o di una malattia.

Detto questo, vediamo perché i gatti che impastano, lo fanno:

  • Produce endorfine: il gatto quando fa la pasta produce endorfine. Grazie a questo movimento inizia a rilassarsi e a stare bene. Si nota che sta bene proprio perché tende a socchiudere o chiudere del tutto gli occhi, respirando lentamente. Spesso e volentieri il gatto si addormenta facendo la pasta.
  • Comportamento infantile: non perché è infantile, ma perché ricorda il momento piacevole in cui succhiava il latte dalla mamma.
  • Memoria ancestrale: i gatti selvatici impastavano il terreno per capire se era sicuro e comodo, così da assicurarsi di poterci dormire sopra in sicurezza
  • Marcatura olfattiva: quando impasta produce un feromone con le ghiandole dei cuscinetti. Quando impasta su di noi perciò, sta spargendo i suoi feromoni per marchiare il territorio e far capire così agli altri ipotetici gatti con cui potremo entrare in contatto che “siamo già di un gatto specifico”.
  • In prossimità del calore: in prossimità del calore alcune gatte iniziano a impastare. Anche se comunque non è l’unico segnale. La gatta in estro per esempio emette forti miagolii e si rotola, cerca di sedurre eventuali altri gatti in casa.

Non sempre però è un segnale positivo che il gatto fa la pasta. Se per esempio reputa l’ambiente dove vive troppo stressante, ecco che allora impasta più del dovuto ma solo per riuscire a rilassarsi e stare meglio. Perciò si, può essere un sintomo stesso dello stress!

Un altro tipo di problema può essere il gatto che impasta e allo stesso tempo succhia, ciuccia o morde. Se ciò accade, può esserci stato un problema a livello dello svezzamento.

Facebook Comments

You may also like