fbpx
Cura dei Gatti

Organi del gatto: la guida passo per passo

posted by Claudia 0 comments
organi interni gatto

Quali sono gli organi del gatto? O meglio, quali sono le caratteristiche degli apparati che formano il suo corpo? Da quello riproduttivo a quello cardiovascolare, oggi vogliamo fornirvi una guida semplice ma comunque esaustiva su questo tema. Se siete amante dei gatti e magari convivete con alcuni di questi splendidi felini, dovreste appunto conoscere meglio la loro anatomia.

Ovviamente essendo il gatto un mammifero, la sua struttura anatomica è molto simile a tutti gli altri. Essendo però un piccolo carnivoro, ecco che presenta alcune differenze. Specialmente perché alcuni dei suoi organi dimostrano proprio quando la caccia e l’alimentazione a base di carne sia fondamentale per il suo benessere.

Come è fatto un gatto?

Prima di entrare nel merito appunto degli organi interni del gatto e il funzionamento dei vari apparati, vediamo alcuni dati necessari su questo splendido animale. Ovviamente si tratta di uno schema generico. Non dimentichiamoci che i gatti, seppur tutti simili tra di loro, si differenziano molto in base alle razze.

  • Dimensioni del gatto: normalmente si va da 46 a 51 cm.
  • Lunghezza della coda: tra i 20 e i 25 cm
  • Peso: tra i 2,5 e i 6 kg
  • Temperatura corporea: tra i 38 e i 39,2 gradi
  • Respirazione: Tra i 15 e i 25 respiri ogni minuto
  • Frequenza cardiaca: tra i 110 e i 140 battiti al minuto
  • Gruppo sanguigno: A, B o AB. Il più comune nei gatti è il gruppo sanguigno A
  • Vita media: 15/20 anni

Passiamo adesso all’anatomia interna del gatto, passando da un apparato all’altro. In questo modo potete capire un po’ meglio come funziona il corpo del vostro micio ed eventualmente, quali sono le sue necessità!

Apparato digerente

L’apparato digerente del gatto è decisamente differente dal nostro. Questo perché è un animale esclusivamente carnivoro. Questo paragrafo vi aiuta a capire quanto è importante l’alimentazione del vostro gatto affinché il processo digestivo funzioni bene.

L’apparato digerente inizia con i la bocca e i denti. Sappiamo che i denti di un gatto sono fatti per strappare la carne visto che mastica poco il cibo. Anche la sua saliva è diversa, serve solo da lubrificante perché non contiene come la nostra gli enzimi digestivi.

L’esofago serve solo come punto di passaggio del cibo per il cardias e dopo verso lo stomaco. Ha una capienza di circa 300 ml. E’ nel cardias che il cibo viene aggredito dagli acidi che trasforma il cibo in massa fluida.

Il gatto ha l’intestino tenue tipico di un carnivoro. E’ infatti molto breve, si parla di 2 metri circa. L’intestino crasso invece è di 20-40 cm. Questo perché la carne deve passare rapidamente e non putrefarsi. Inoltre è piuttosto veloce la digestione di un gatto, si parla di circa 12 ore, a differenza di un onnivoro che per digerire impiega tra le 30 ore e i 5 giorni.

Apparato respiratorio

L’apparato respiratorio del gatto è simile al nostro. Si suddivide in vie aeree superiori e inferiori. L’aria entra dalle narici, passa per la laringe e prosegue nella trachea. Arriva nei bronchi, poi nei bronchioli e infine nei polmoni.

Il gatto ha una frequenza respiratoria di circa 20 o 30 atti respiratori al minuto. Varia però in base ad alcune condizioni come per esempio l’età del gatto, l’attività fisica, la digestione e le eventuali condizioni climatiche.

Sistema nervoso

Ha un sistema nervoso simile al nostro. Composto da un cervelletto che controlla il movimento, l’equilibrio e la postura. Inutile dire che nel gatto è molto più sviluppato. Basta vedere come si muove, come cade e come si arrampica.

La corteccia cerebrale invece controlla il movimento volontario, riceve gli impulsi dei recettori sensoriali etc. Nel gatto vediamo come gli stimoli esterni sono fondamentali per la sua crescita, così come l’osservazione e la seguente imitazione degli stessi.

C’è poi il sistema limbico, che è sede delle emozioni e degli istinti. Infine l’ipotalamo, che regola il ciclo sonno-veglia e gli stimoli quali fame e sete.

Apparato urinario del gatto

L’apparato urinario di un gatto ha lo stesso scopo del nostro ed è molto simile. I reni rappresentano uno dei pochi organi deputati allo smaltimento delle tossine e delle sostanze inutilizzabili. Tra questi troviamo i polmoni, i reni, la pelle e l’intestino.

L’urina arriva ai reni, passa poi alla vescica attraverso gli ureteri (i due tubicini che consentono appunto il passaggio) e infine ecco che l’urina viene espulsa con l’uretra. L’uretra nella femmina serve solo per l’urina, nel maschio anche per il liquido seminale.

Apparato cardiocircolatorio

L’apparato cardiocircolatorio è governato dal cuore, circondato dal pericardio e internamente rivestito dall’endocardio. Batte circa 120, 150 volte al minuto e si trova tra la quarta e la settima costa. Il sangue da qui viene mandato ai polmoni, così che possano ossigenarsi. Dopo il sangue torna al cuore.

Facebook Comments

You may also like