fbpx
Cura dei Gatti

Malattie e parassiti: come proteggere il proprio gatto

posted by Antonio 0 comments

Il nostro gatto è una parte importante della nostra famiglia. Sono animali in grado di dimostrare affetto, legandosi a noi in modi che neanche potremmo immaginare. Per questo è importante riuscire a curare al meglio il proprio animale domestico, proteggendolo dall’insorgere di malattie di vario genere.

 

Molte patologie vengono trasmesse dai parassiti, ed è il motivo per cui consigliamo di utilizzare antiparassitari per gatti. Si tratta di prodotti efficienti e sicuri, in grado di tenere le minacce lontane dal nostro amato felino.

 

Scopriamo insieme di più sia sugli antiparassitari che sulla prevenzione.

 

Parassiti e malattie

 

I parassiti del gatto possono essere più pericolosi di ciò che sembra. Un esempio è la pulce, che all’apparenza tende a provocare solo un forte prurito, ma che in realtà può creare le condizioni per altre infezioni.

 

La pulce stessa, mordendo il nostro gatto, può trasmettergli virus e batteri. In più il gatto quando si gratta troppo rischia di generare delle ferite, lasciando la pelle aperta e indifesa contro patologie infettive.

 

Se il vostro gatto ha avuto un’infestazione da zecche, pulci o altri parassiti, vi consigliamo di contattare subito il veterinario. Fate attenzione a particolari comportamenti anomali, perché potrebbero nascondere l’avanzamento di eventuali malattie.

 

Uno degli esempi più comuni è la leishmaniosi, patologia che può dare origine anche a zoonosi, ovvero alla trasmissione verso l’essere umano, successivamente al contagio del nostro animale domestico.

 

Attenti anche in casa

 

I gatti domestici fanno spesso vite molto differenti tra loro. In campagna, ad esempio, si usa lasciarli liberi di passeggiare nei dintorni, senza un particolare controllo. In città, invece, è piuttosto comune che il gatto viva esclusivamente tra le mura domestiche.

 

Bisogna fare attenzione, perché anche un gatto che passa le giornate in casa può rischiare di contrarre dei parassiti. Possiamo infatti portarli noi stessi dall’esterno, magari dopo una giornata in campagna. Oppure possono raggiungere in vari modi il nostro balcone, magari portati da altri animali, come gli uccelli.

 

Per questo la prevenzione non va sottovalutata e anche un gatto che non esce di casa deve essere protetto con degli antiparassitari dedicati.

 

Scegliere l’antiparassitario giusto

 

Gli antiparassitari sono estremamente sicuri, e non sono tossici per il nostro gatto. Nonostante ciò si dividono per età: per i gattini è molto importante utilizzare degli antiparassitari indicati per il loro livello di crescita.

 

Potete chiedere consiglio al vostro veterinario, che saprà indicarvi la scelta migliore per il vostro animale domestico.

 

Sul mercato sono presenti molti antiparassitari, come ad esempio i classici collari, gli spray e anche le soluzioni Spot On. Ricordate che qualsiasi tipo di antiparassitario ha una sua durata ben specifica, indicata sulla confezione.

 

Segnate sul calendario o su una agenda quando avete applicato il prodotto e anche la data in cui finirà il suo effetto. In questo modo non lascerete il vostro animale senza protezione contro i pericolosi parassiti.

 

La scelta oggi è ampia e possiamo trovare diversi prodotti che ci permettono di offrire al nostro gatto una protezione effettiva, cercando di arrecargli il minor disturbo possibile. Nel caso  di indecisione, possiamo affidarci al nostro veterinario per una panoramica sui migliori prodotti presenti in commercio.

 

Tenere puliti casa e giardino

 

I parassiti si annidano facilmente nelle zone meno curate. Per questo è fondamentale che il proprio giardino sia ben pulito, senza erbacce, erba alta o sterpaglie. In questo modo renderemo il principale habitat del nostro gatto a prova di parassiti.

 

Purtroppo non possiamo controllare anche i luoghi che frequenta il nostro animale domestico quando esce dal giardino. Ecco perché la prevenzione non va sottovalutata.

Nel caso in cui il vostro gatto sia infestato di parassiti, pulite casa da cima a fondo.

 

I parassiti possono annidarsi negli oggetti e nelle stanze frequentate dal gatto. Curatevi bene di lavare cucce, cuscini, tappeti e ogni genere di superficie legata al vostro animale domestico.

 

Parassiti come le pulci hanno un tempo di riproduzione bassissimo, e bastano poche settimane per generare migliaia di esemplari. La lotta potrebbe apparire come impari, dato che le pulci hanno straordinarie capacità riproduttive e possono proliferare in cicli brevi. Tuttavia con la giusta attenzione agli ambienti di casa e immediatamente esterni, nonché alla pulizia del nostro gatto, le occasioni di contatto e proliferazione possono esse ridotte sensibilmente.

Facebook Comments

You may also like