fbpx
Browse Category

Alimentazione Gatto

Scopri se il tuo gatto riceve la giusta alimentazione, una buona alimentazione aiuta il tuo gatto a stare meglio, perché i gatti come noi hanno bisogno del giusto apporto di proteine, vitamine ecc…
Ti forniremo i consigli utili per la dieta del tuo gatto per farlo avere una forma smagliante e una salute di ferro!

L'alimentazione dei nostri amici animali: come scegliere i giusti prodotti
Alimentazione Gatto

L’alimentazione dei nostri amici animali: come scegliere i giusti prodotti

posted by Antonio 0 comments

Quello che i nostri cani e gatti mangiano è un aspetto fondamentale per la loro salute: una buona alimentazione è infatti una garanzia di benessere e longevità che incide profondamente anche sulla qualità della loro vita. Come capire quali sono i prodotti più adatti a loro? Il pet food è un grosso business e le multinazionali fanno a gara per vendere il loro cibo come il più appetitoso e il più sano, ma è davvero così? Scopriamo insieme quali sono le caratteristiche di un cibo di qualità superiore e quali sono i benefici che questo può apportare.

Le differenze fra cibo di qualità e di bassa qualità

Molto spesso si pensa che agli articoli che sul mercato vengono maggiormente pubblicizzati corrisponda un’altrettanta qualità: purtroppo questo non è sempre vero, perché la logica di mercato seguita per il pet food è la stessa del cibo per umani. Dopotutto, anche i fast food sono sostenuti da campagne pubblicitarie multimilionarie, ma sappiamo tutti che questo non significa affatto che quando ci rechiamo in questi ristoranti ci alimentiamo nel modo più corretto possibile.

Se l’alimentazione ha un peso significativo nella nostra vita, la stessa cosa avviene per i nostri amici animali: una buona dieta potrebbe non essere la scelta più economica nell’immediato, ma a lungo andare si rifletterà positivamente sulla salute complessiva del nostro amico, il quale non avrà bisogno più di tanto del veterinario, se non per le visite di routine – e sappiamo quanto questo significhi per il nostro portafoglio.

Gli alimenti per cani e gatti di qualità superiore, premium o super-premium, vengono realizzati con ottimi ingredienti: carne fresca, cereali senza OGM, frutta e verdura fresche. Si tratta di componenti il cui trattamento, durante la produzione, non ha subito troppi “passaggi”, se non la disidratazione e l’essiccazione, per esempio. Ciò consente di ottenere dei lavorati che non hanno subito alterazioni di sorta e risultano, quindi, essere ricchi di tutte le sostanze nutritive che avevano in origine.

È altrettanto importante che non siano presenti i sottoprodotti degli ingredienti appena citati, come le carni rilavorate, la farina animale, i derivati dalla soia, oltre ai soliti coloranti, conservanti e aromi artificiali. Non fatevi sviare dal fatto che possa capitare che il vostro cane o gatto mangi con voracità un cibo di bassa qualità, perché le multinazionali del pet food a volte ricorrono a degli espedienti poco nobili per rendere il loro cibo scadente molto gustoso, come l’aggiunta di additivi “appetizzanti”. Si tratta di vere e proprie “droghe” che invogliano il vostro amico a ingurgitare con piacere qualsiasi cosa gli si presenti davanti, perché stimolati da queste componenti chimiche. Fate molta attenzione a evitare questi cibi fin da subito, perché sarà poi difficile disabituarlo a questa pratica e farete fatica a introdurlo a un cibo giusto per lui, di buona qualità.

Gli ingredienti aggiuntivi che caratterizzano un cibo super nutriente e sano sono gli integratori vitaminici: fondamentali, per esempio, per i cuccioli, sono altrettanto importanti per mantenere i vostri animali in buona salute in età adulta. Stiamo parlando dell’Omega 3, dell’Omega 6, del calcio (importante per la crescita), della Taurina (specialmente per il gatto) e altre vitamine e sali minerali.

Dove acquistare i prodotti migliori per il vostro pet

Difficilmente troverete i prodotti appena descritti nella grande distribuzione generica: il cibo che troviamo nel classico supermercato è appunto quello studiato per una vendita di massa che non tiene molto conto dei giusti accorgimenti tipici di un’alimentazione sana. Tuttavia, è possibile che alcuni brand possano essere venduti, ma, se non volete sbagliare, scegliete un Pet store di qualità: troverete prodotti come Prolife, ad esempio, che utilizza esclusivamente carne fresca e disossata in alta percentuale e che fa della trasparenza della sua filiera il suo motivo di orgoglio.

C’è poi un procedimento particolare che riguarda la produzione del cibo secco, denominato F.M.I.S. (Fresh Meat Injection System). Lo trovate in particolare nelle Oasy crocchette e consiste nell’iniezione diretta della carne fresca tramite uno speciale trattamento termico che sarà l’unica procedura per ottenere una gustosa e nutriente crocchetta. Questa tecnica permette di avere un prodotto che conserva tutti i benefici della carne, delle vitamine e dei grassi, così com’erano in origine, garantendo al vostro pet il giusto apporto nutrizionale.

Conclusioni

Lo svantaggio di nutrire in modo sbagliato il vostro pet consiste soprattutto nel fatto che un cibo di scarsa qualità sarà meno digeribile: l’animale assorbirà solo una minima parte dei nutrienti a lui necessari e il resto verrà espulso, nella migliore delle ipotesi, o, nel peggiore dei casi, verrà assimilato provocando danni all’organismo che non sono, magari, subito evidenti, ma che nel tempo possono farlo ammalare. Il consiglio è, quindi, di alimentare con cibo di qualità il vostro amico fin da subito, per garantirgli una vita lunga e sana al vostro fianco.

gatto allergie
Alimentazione Gatto

Allergia alimentare nel gatto: sintomi e rimedi

posted by Antonio 0 comments

Le allergie alimentari possono purtroppo interessare anche i nostri amici felini e sono più diffuse di quello che immaginiamo. I gatti che non tollerano bene determinati tipi di alimenti sono infatti parecchi e sembra che la causa principale del diffondersi delle allergie sia da imputare alla scarsa qualità del cibo che viene dato loro. I mici che vivono prevalentemente in casa infatti si trovano sempre più spesso a mangiare alimenti industriali, poco adatti al loro metabolismo, ed è proprio da qui che nascono intolleranze ed allergie.

Riconoscere questo genere di problematica è importante, perché ne va della salute del gatto che a lungo andare potrebbe manifestare disturbi sempre più seri. Vediamo allora insieme quali sono i sintomi tipici dell’allergia alimentare e come porvi rimedio.

Allergia alimentare nel gatto: come riconoscerla

Riconoscere un’allergia alimentare nel gatto non è sempre facile, in quanto tale problematica può manifestarsi con una grande varietà di sintomi ed interessare non solo il sistema gastro-intestinale dell’animale ma anche la respirazione e la pelle ad esempio.

Tra le manifestazioni più comuni, che possono dipendere da un’allergia alimentare e non devono mai essere sottovalutate, troviamo le seguenti:

  • Diarrea e vomito frequenti;
  • Dermatite ed irritazioni della pelle;
  • Prurito;
  • Perdita di molto pelo;
  • Difficoltà respiratorie;
  • Infiammazione delle orecchie, che si presentano spesso rosse.

Non è detto che un gatto allergico manifesti tutti questi sintomi: talvolta ne presenta solamente uno, dunque è bene prestare sempre attenzione.

Come comportarsi se il gatto ha un’allergia alimentare

Se il gatto ha un’allergia, la primissima cosa da fare è quella di impostare una dieta per esclusione, in modo da capire quale siano gli alimenti nei confronti dei quali è intollerante. Fortunatamente, al giorno d’oggi esiste del cibo per gatti ipoallergenico, pensato appositamente per quei felini che soffrono di tale disturbo e che necessitano di un’alimentazione specifica. È questa la strada da seguire per evitare che il proprio micio vada incontro a problematiche di salute: somministrargli alimenti che siano privi di quegli allergeni che gli fanno male.

Allergia alimentare nel gatto: perché non sottovalutarla

Le allergie alimentari non devono mai essere sottovalutate, perché esattamente come avviene per noi esseri umani anche nei gatti si manifestano con una serie di problematiche spesso serie. Il micio in sostanza si trova a soffrire ogni volta che ingerisce il cibo incriminato, ma non ha la capacità di comprendere in autonomia che quel determinato alimento lo fa stare male. Dobbiamo essere dunque noi a modificare la sua dieta, per consentirgli di vivere in piena salute ed evitare che soffra per un motivo assolutamente risolvibile.

Se il micio è abituato ad uscire di casa spesso, potrebbe capitargli di mangiare inconsapevolmente degli alimenti ai quali è allergico. In questo caso può essere utile fargli sempre trovare sul balcone un vaso di erba gatta: mangiarla infatti aiuta il micio a vomitare e liberare dunque lo stomaco qualora si sentisse poco bene a livello gastrico. Si tratta di una pratica comune tra i felini, che proprio in questo modo risolvono il problema del mal di stomaco.

gatto e uova
Alimentazione Gatto

I gatti possono mangiare le uova?

posted by Antonio 0 comments

I gatti possono mangiare uova?

Nel tempo, le uova hanno sofferto di gravi problemi di PR. Quando ero un bambino negli anni ’70 e ’80, le uova – o almeno i loro tuorli – erano considerate decisamente pericolose.

I tuorli d’uovo contenevano il colesterolo, che era collegato ad attacchi di cuore. Sono cresciuto con Egg Beaters (essenzialmente albumi con colorante alimentare giallo). E quando venivano servite uova vere, di solito mangiavamo intorno ai tuorli. Mio padre, essendo consapevole dei rifiuti, non voleva buttare via i tuorli in tali circostanze.

Invece, sono stati nutriti con il gatto per le mie vociferanti obiezioni. Se i tuorli d’uovo potessero causare attacchi di cuore nell’uomo, la mia giovane mente supponeva, quindi sicuramente dovevano essere pericolosi anche per i gatti.

Grazie al cielo per i tempi moderni! Il mito del colesterolo-cause-cuore-attacchi-nell’uomo vive ancora in molti ambienti. Tuttavia, la ricerca più moderna e obiettiva suggerisce che non è il colesterolo alimentare a causare la cardiopatia umana.

Piuttosto, i livelli ematici di colesterolo “cattivo” nelle persone tendono a salire quando mangiamo troppo (di qualsiasi cosa e tutto) ed esercitiamo troppo poco. Quindi, le uova, in generale, sono sicure per le persone da mangiare.
Lo stesso vale per i gatti.

Per i nostri compagni felini, il colesterolo alimentare non è mai stato un problema. Quei tuorli non hanno danneggiato il gatto – l’unico danno è stato per la nostra famiglia, che ha perso la loro prelibatezza.

I gatti soffrono di malattie cardiache , ma generalmente non soffrono di aterosclerosi (che nell’uomo era la fonte della mania anti-colesterolo). Ci sono due tipi principali di malattie cardiache nei gatti. Una cardiomiopatia ipertrofica è in gran parte ereditaria e non legata allo stile di vita (anche se l’ obesità felina lo esaspera).

L’altra cardiomiopatia dilatativa è legata all’insufficienza taurina nella dieta. Questa condizione è stata quasi completamente eliminata dall’assunzione di taurina negli alimenti per gatti. Oh, a proposito: le uova sono una meravigliosa fonte di taurina.
Infatti, l’intero uovo è considerato dai nutrizionisti come la fonte di proteine più perfetta per gli animali.

Quindi, per la cronaca: a meno che il tuo gatto sia specificamente allergico alle uova (e le allergie all’uovo non siano comuni nei gatti), allora è sicuro che il tuo gatto mangi uova cotte con moderazione.

Perché i gatti dovrebbero mangiare le uova con moderazione?

Sebbene le uova siano meravigliosamente nutrienti, non contengono una nutrizione completa ed equilibrata per un gatto. Un gatto nutrito con nient’altro che uova dovrebbe sviluppare significative carenze dietetiche.

Le uova cotte alimentate come dolcetti, come supplemento al cibo per gatti, o come parte di una dieta fatta in casa che è stata professionalmente adattata da un nutrizionista veterinario, stanno bene.

E perché i gatti dovrebbero mangiare le uova cotte in modo specifico?

Solo menzionare la parola ” raw” farà sussultare ogni scrittore esperto di Internet. Il cibo crudo è il terzo binario della scrittura veterinaria e del blogging.
Uno dei miei cibi preferiti nel mondo è la bistecca alla tartara.

Questo piatto delizioso è composto da carne di manzo cruda stagionata, condita con un uovo di quaglia crudo. Semplicemente pensando al piatto, con alcune patatine fritte e innaffiato con un Kronenbourg 1664, mi viene voglia di lasciare il mio ufficio e dirigermi direttamente al più vicino bistrot francese. Non ho paura di mangiare cibo crudo da solo.

Inoltre, non sono bravo a seguire la linea veterinaria quando si tratta di diete crude. Ufficialmente, dovrei essere contrario all’allattamento crudo a causa del potenziale di infezioni batteriche zoonotiche.

La cottura uccide i batteri. Pertanto, i cibi crudi hanno maggiori probabilità di contenere batteri. Quei batteri, come Salmonella , E. coli e Campylobacter , possono infettare i gatti e possono quindi diffondersi alle persone. Non prendere in giro la nozione. Ho incontrato diversi clienti che hanno confessato di aver contratto tali infezioni in questo modo.

Tuttavia, se conosci e accetti i rischi e desideri nutrire alimenti crudi per il tuo animale domestico, allora è affar tuo. Ci sono un sacco di gatti che stanno facendo molto bene con diete crude.

Le uova crude, tuttavia, sono speciali – una specie di. Sì, possono contenere batteri. Ma i bianchi d’uovo contengono anche una proteina chiamata avidina, che lega la biotina (nota anche come vitamina B7). L’eccesso di avidina potrebbe causare carenza di biotina. Cucinando denatures l’avidin. Pertanto, si raccomanda che i gatti consumino solo uova cotte.

Ma siamo onesti e realistici: un gatto dovrebbe mangiare MOLTE uova crude, probabilmente per un periodo di mesi o anni, in modo da sviluppare tale carenza. Le uova crude sono davvero così cattive? Probabilmente no.
Quindi, i gatti possono mangiare le uova? E le uova sono buone per i gatti? La linea di fondo.
Quindi, secondo me, le risposte a “I gatti possono mangiare le uova?” E “Le uova sono buone per i gatti?” È che le uova sono buone per i gatti con moderazione. Periodo. Hanno un buon sapore, sono nutrienti, sono sani per le persone e sono sicuri per i gatti.

Ma lasciatemi concludere con una nota sulla moderazione. Se pensi che nutrire il tuo gatto con un uovo al giorno sia moderato, ripensaci. Un uovo al giorno in un gatto di 10 libbre si traduce approssimativamente in 15 uova al giorno in un adulto di taglia media.

Quando si fanno calcoli più precisi, considerando i nostri diversi tassi metabolici, un uovo per un gatto si traduce in circa otto uova per una persona. Questo, secondo me, non è moderazione.

alimentazione-gatto-gattoblog
Alimentazione Gatto

Come avere cura della salute del proprio gatto: consigli utili

posted by Antonio 4 Comments

I gatti sono in grado di regalare, a coloro che li sanno amare e che riescono a prendersene cura al meglio, intense emozioni. Per tale ragione è importate sapere cosa fare ogni giorno per il loro benessere e per mantenerli in buona salute. Di fatto, al contrario di quello che pensano molte persone, non è necessario fare i salti mortali, ma solo seguire alcuni semplici accorgimenti e fare delle scelte quotidiane adeguate.

Il primo punto su cui vale la pena di soffermarsi è l’alimentazione. Infatti, nutrire al meglio il proprio amico a 4 zampe vuol dire permettergli di condurre un’esistenza più lunga, ma soprattutto migliore. Ma che come bisogna procedere esattamente? La dieta deve essere bilanciata e composta da alimenti genuini, in grado di apportate all’organismo tutti i nutrienti indispensabili per favorire una corretta crescita dell’animale.

Alcune persone si occupano di preparare personalmente i pasti per i loro amici pelosi. Tuttavia, bisogna dire che, oltre ad essere un impegno, spesso, è difficile riuscire a garantire tutto ciò che serve ai gatti per condurre un’esistenza piacevole. Dunque cosa fare? Le crocchette Monge sono la soluzione ideale, poiché sono preparate solo con ingredienti naturali, accuratamente selezionati e di elevata qualità.

L’importanza del movimento e del gioco

Da non sottovalutare è anche l’esercizio fisico. Del resto, per loro natura, i gatti sono animali curiosi e che amano esplorare e fare movimento. Dunque, per mantenere in salute il proprio amico peloso, basta incoraggiare il più possibile tale tratto peculiare. Negli ultimi anni, dopotutto, si sta diffondendo a macchia d’olio il problema dell’obesità tra gli animali domestici, che è da imputare ad una dieta inadeguata, ma soprattutto alla sedentarietà, che viene favorita dai padroni, che non si preoccupano abbastanza di far fare attività fisica ai propri mici.

A correre i maggiori rischi sono i gatti che vivono reclusi in appartamenti, in quanto tendono ad impigrirsi. Ed è proprio in questi casi che è necessario intervenire in maniera più decisa, stimolandoli con nuovi giochi ed attività divertenti. Non è necessario spendere una fortuna per acquistare articoli di questo tipo, poiché in commercio si possono trovare tante proposte interessanti ed a buon mercato. In alternativa, è possibile ricorre al fai da te: basta solo un po’ di fantasia!

Altri aspetti importanti da non trascurare

I gatti sono animali estremamente puliti e che amano l’igiene. Per questa ragione, è fondamentale mantenere pulito l’ambiente in cui vivono e la lettiera dove espletano i loro bisogni. Tuttavia, ciò non è sufficiente: è necessario sottoporli ad una regolare spazzolatura. Tale operazione deve essere eseguita quotidianamente, specialmente in caso di esemplari caratterizzati dal un pelo lungo.

Ma perché è indispensabile questo trattamento di bellezza? Poiché consente di eliminare eventuali nodi, che possono generare, a lungo andare, irritazioni, ma anche favorire l’accumulo di sporco e l’aggancio di ospiti indesiderati, quali zecche, parassiti e pulci. Inoltre, in questo modo è possibile rendere ancora più forte e speciale il legame già esistente tra animale e padrone.

Non bisogna dimenticare, poi, di sottoporre i gatti a regolari bagni, abituandoli fin da piccoli ad entrare in contatto con l’acqua ed a non averne paura. Infine, è d’obbligo portarli dal veterinario per sottoporli a regolari visite e controlli, così da verificarne la crescita e lo stato di salute generale, che può essere facilmente compromesso.

 

peso ideale gatto
Alimentazione Gatto

Peso ideale del gatto

posted by Alessandra 0 comments

Il peso ideale del gatto: come sapere se hai un gatto sovrappeso o obeso

A volte è molto allettante trattare i nostri gatti con cibo e dolcetti extra, e poiché li vediamo ogni giorno è difficile notare cambiamenti nel loro peso. Diamo un’occhiata a come individuare se il tuo gatto è in sovrappeso.

L’obesità causa problemi di salute nei gatti, in modo simile all’uomo. I gatti in sovrappeso possono essere a rischio di:

  • Diabete
  • Pancreatite (una condizione dolorosa causata da una dieta ricca di grassi)
  • Artrite / problemi articolari
  • Piaghe della pelle

Tenendo d’occhio il peso del tuo gatto, abbasserai i rischi di questi problemi e li manterrai molto più sani.

Quanto dovrebbe pesare il mio gatto?

Varia a seconda della razza, ma per la maggior parte dei gatti domestici, puoi assumere 10 libbre (4-4,5 kg) come peso ideale. Alcune razze più grandi possono pesare fino a 25 libbre (11 kg) e le razze più piccole possono pesare fino a 5 libbre (2,2 kg).

Dai un’occhiata alla nostra tabella di peso del gatto qui sotto per un’immagine più chiara.

Come individuare un gatto in sovrappeso?

Ci sono test che puoi fare da solo per determinare se il tuo gatto ha un peso ideale. In primo luogo, sembrano sovrappeso? La loro pancia si piega in qualche modo o sono visibilmente diversi nell’aspetto rispetto agli altri gatti? Se questo è difficile da individuare perché vedi il tuo gatto ogni giorno, chiedi ai tuoi amici o familiari di vedere se possono notare una differenza.

Altri test possono includere:

  • Quando fai scorrere le punte delle dita lungo il fianco del tuo gatto, riesci a sentire le loro costole?
  • Si nota la loro spina dorsale?
  • Riesci a sentire le loro ossa della spalla?
  • Sulla base della nostra tabella del peso del gatto, come si confronta l’aspetto del tuo gatto?

Se la tua risposta a queste domande è sì, è probabile che il tuo gatto abbia un peso sano. Se le costole, la colonna vertebrale e le ossa della spalla sono eccessivamente visibili, è possibile che il tuo gatto sia sottopeso.

Se fai fatica a sentire le ossa del tuo gatto o riesci a rilevare uno strato di grasso sopra di loro, il tuo gatto potrebbe essere in sovrappeso.

 

Come posso portare un gatto obeso o in sovrappeso a un peso di gatto sano?

Riduci le prelibatezze ed evita di dar loro del tutto da mangiare. Assicurati che il tuo gatto sia nella dieta corretta per la sua fase di vita. Se appropriato, una dieta di gatto sterilizzata o senior fornirà un migliore controllo calorico. Se il tuo gatto è obeso, parla con il tuo veterinario o l’infermiere veterinario registrato sulle diete dimagranti: forniscono tutte le proteine, le vitamine e i minerali necessari riducendo le calorie. Ricorda, quando si cambia una dieta, introdurre il nuovo cibo gradualmente nel corso di circa una settimana. Per maggiori informazioni sulla migliore dieta per gatti, clicca qui .

Non si tratta solo di dieta

Anche gli alimentatori di puzzle possono essere di grande aiuto. Far lavorare il tuo gatto per il cibo piuttosto che semplicemente presentarlo a loro è più rappresentativo della vita che condurrebbe in natura e manterrà anche le loro menti occupate, oltre ad aiutarli a bruciare calorie.

Prova qualche buon esercizio vecchio stile! Una maggiore attività, che puoi realizzare giocando con il tuo gatto, aiuterà il tuo gatto a bruciare calorie e rafforzerà anche il legame tra l’animale domestico e il proprietario. Ai gatti piace giocare prima di mangiare perché imita i comportamenti di caccia naturali.

Hai bisogno di ulteriori consigli?

Prima di prendere qualsiasi decisione importante sul peso del tuo gatto e su come agire, è una buona idea portarli a vedere il veterinario o l’infermiere veterinario registrato. Saranno in grado di condurre un adeguato controllo del peso e di dare consigli sulla dieta e l’esercizio fisico su misura per il tuo gatto specifico. Per trovare il veterinario o la clinica veterinaria raccomandati più vicini, usa la nostra pagina Trova un veterinario .

 

polpette di pollo per gatti
Alimentazione Gatto

Polpette di pollo per gatti

posted by Alessandra 0 comments

Le polpette di pollo preferite dai gatti!

Simile alle polpette, il tuo gatto troverà difficile resistere a questa ricetta.

ingredienti

  • 1/2 kilo di pollo macinato
  • 1/2 tazza di carote grattugiate
  • 1/4 tazza di parmigiano
  • 1/2 tazza di cracker finemente schiacciati
  • 1/4 tazza di latte in polvere
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio di lievito di birra
  • 1/2 cucchiaino di sale

Istruzioni

  1. Preriscalda il forno a 350 gradi.
  2. Usando le mani come faresti quando fai il polpettone, mescola tutti gli ingredienti in una ciotola capiente.
  3. Modella il mix in singole pepite delle dimensioni di una pallina da golf e disponile in una teglia antiaderente.
  4. Cuocere per circa 20 minuti fino a quando le polpette sono ben dorate e raggiungono una temperatura interna di 160 gradi F.
  5. Raffreddare prima di servire. Congelare le palline rimanenti e riscaldarle nel microonde, se necessario.
Alimentazione Gatto

Ogni quanto mangia un Gatto? Tempi e frequenza di alimentazione per gatti:

posted by Alessandra 1 Comment

I gatti sono creature abitudinarie

Possiamo usare questo fatto a nostro vantaggio creando un programma di alimentazione regolare e attenendoci ad esso.

Il gatto adulto a intervalli regolari fornisce la sicurezza e la prevedibilità di una routine. I pasti diventano un evento cardine del giorno attorno al quale vengono aggiunte altre attività. Una routine di alimentazione aiuta un gatto a far fronte quando ci sono cambiamenti nel nucleo familiare.

Una routine alimentare rende più facile il cambio di cibo necessario.

Quando un gatto è abituato a mangiare alla stessa ora ogni giorno, il suo corpo diventa condizionato ad aspettarsi il cibo in quei momenti. La fame può essere un grande motivatore! Se il palcoscenico è impostato per aumentare la fame seguita dai pasti a intervalli regolari, la transizione a un nuovo cibo sarà spesso semplice e diretta.

 

I gatti hanno una semplice anatomia dello stomaco.

Poiché i gatti hanno una semplice struttura dello stomaco (come gli umani), una volta riempito, si svuoterà entro poche ore mentre il cibo si sposta nel intestino tenue.

Dopo 8 – 10 ore, uno stomaco vuoto inizia a inviare segnali al cervello stimolando una risposta di fame. Per questo motivo, almeno due pasti al giorno sono i migliori per i nostri amici felini. Immagina se dovessi solo fare colazione ogni giorno! Regolari, i tempi di alimentazione di routine consentono al corpo del vostro gatto di essere preparato per il cibo che riceverà.

 

Una rottura delle abitudini alimentari può essere un segnale di pericolo per la malattia.

Quando i gatti mangiano regolarmente, questa abitudine diventa forte. È facile vedere a colpo d’occhio se tutto il cibo di un pasto è consumato. Se il cibo viene lasciato, sia tutto o parte di un pasto, questo è un segnale importante che qualcosa è sbagliato ed è ora di fissare un appuntamento veterinario.

 

Mi è stato detto che i gattini dovrebbero mangiare tutto quello che vogliono 3 o 4 volte per giorno.

Nutrire un gattino tutto ciò che può mangiare contemporaneamente è chiamato “ad libitum” o “libera scelta”. Questo è un ottimo modo per creare l’obesità giovanile, incoraggiare l’abbuffata, così come preparare il terreno per alcuni problemi ortopedici e il diabete. I gatti sono riconosciuti per avere un “set point” geneticamente determinato per la loro taglia adulta. Una crescita più lenta e controllata nei gattini ottimizza le condizioni del corpo nell’età adulta.

 

Quanti pasti dovrebbe mangiare il mio gatto ogni giorno?

Il numero di pasti che un gatto mangia al giorno dipende completamente dall’orario della famiglia. I gatti dovrebbero mangiare almeno due pasti al giorno, a circa 12 ore di distanza. Ma una colazione, un pranzo, un pomeriggio, una cena e subito prima dell’ora del letto è un’opzione altrettanto valida. Se trascorrono più di 12 ore tra un pasto e l’altro, lo stomaco può diventare iperacido e causare nausea.

 

Il mio gatto non finisce il suo pasto tutto in una volta.

Penso che preferisca “pascolare”. Cosa dovrei fare?

Alcuni gatti riescono davvero a regolare l’assunzione di cibo abbastanza bene. È comunque una buona idea creare in loro l’aspettativa dei pasti. Ciò faciliterà l’aggiunta di un altro animale domestico ad un certo punto in futuro. Per i “pascolatori”, basta misurare l’intera porzione di cibo del giorno al mattino e offrire la ciotola più volte durante il giorno. Scegli orari regolari per creare la routine che sappiamo essere utile. L’importante è usare una porzione misurata per il giorno.

“L’importante è usare una parte misurata per il giorno.”

Un’altra considerazione è la uso di “giocattoli alimentari“. Ci sono troppe opzioni per elencarle qui, ma ci sono giocattoli alimentari rotolanti che interrompono un crocchette di cibo a intermittenza e giocattoli alimentari stazionari che richiedono al gatto di lavorare per il cibo. I giocattoli alimentari sono quasi divertenti per gli umani come lo sono per i gatti!

Il tuo veterinario rimane la migliore fonte di indicazioni nutrizionali per il tuo gatto.

Il tempo di alimentazione può essere un tempo di legame importante. Creare tempi di alimentazione regolari e regolari aumenta il divertimento nelle attività quotidiane.

Il gatto è un carnivoro!

La sua alimentazione richiede una grande quantità di proteine, è solitamente attratto da carne di pollo, cavallo, manzo, maiale, pesce, frattaglie.

Le sue preferenze alimentari sono innate e sono legate alle caratteristiche fisiologiche e anatomiche che lo contraddistinguono da secoli.

Quanto cibo devo dare al mio Gatto?

Un gatto adulto deve mangiare circa 40 grammi di alimento umido (inteso sia come scatoletta che come cibo preparato da noi) per ogni chilo di peso. Ciò significa che un gatto di 5 kg deve mangiare 5 x 40 = 200 grammi di cibo al giorno.

Per passare al dosaggio di cibo secco dobbiamo dividere questo quantitativo per tre:

200 : 3 = 70 grammi circa.

L’alimento secco, essendo disidratato, è più concentrato, quindi il gatto ne deve mangiare di meno per ottenere il suo fabbisogno nutrizionale giornaliero. Ciò ci porta a due considerazioni.

Circa 70 grammi di crocchette, viste in una ciotola sembrano poco , ma non è così.

Il proprietario non riesce a capacitarsi che il gatto debba mangiare così poco, il gatto stesso sembra non saziarsi ed ecco che si aumenta la dose! Bagliato!

Solo che se diamo al gatto diciamo 100-150 grammi di crocchette, è come se gli stessimo dando 300-450 grammi di cibo umido, quasi mezzo chilo, Troppo!

Fai attenzione all’alimentazione del tuo gatto, il sovrappeso potrebbe indurlo in malattie cardiovascolari o diabete.

Scarica gratis la guida all’alimentazione del tuo gatto

[amazon box=”B07DWYK5FV”]

 

Cibo per gatti disidratato foto
Alimentazione Gatto

Cibo per gatti disidratato

posted by Antonio 0 comments

Il miglior cibo per gatti disidratato

[amazon bestseller=”Cibo per gatti disidratato” items=”10″]
CIBO UMIDO PER GATTI PIÙ VENDUTO foto
Alimentazione Gatto

Cibo umido per gatti più venduto

posted by Antonio 0 comments

Il miglior cibo umido per gatti che puoi trovare online

[amazon bestseller=”Cibo umido per gatti” items=”10″]
CIBO SECCO PER GATTI PIÙ VENDUTO foto
Alimentazione Gatto

Cibo secco per gatti più venduto

posted by Antonio 0 comments

Il miglior cibo secco per gatti 

[amazon bestseller=”Cibo secco per gatti” items=”10″]
COMPLEMENTI CIBO PER GATTI foto
Alimentazione Gatto

Complementi cibo per gatti

posted by Antonio 0 comments

I migliori complementi di cibo per gatti

[amazon bestseller=”Complementi cibo per gatti” items=”10″]
alimetazione gatti
Alimentazione Gatto

Cibo per gatti: quali sono gli alimenti che fanno male?

posted by Antonio 0 comments

Quando si tratta del tuo gatto, vuoi assicurarti che abbia il miglior tipo di cibo per gatti per le sue esigenze nutrizionali. Di tanto in tanto, potresti essere tentato di dargli i tuoi avanzi e le tue prelibatezze speciali, ma ricorda che l’alimentazione sbagliata può essere velenosa per loro.

Ecco alcuni degli alimenti più tossici per i gatti:

Cipolle e aglio:

Cipolle, aglio e scalogno possono causare danni ai globuli rossi del tuo gatto e portare all’anemia.

Questi alimenti sono tipicamente velenosi se consumati in grandi quantità, ma l’esposizione a forme concentrate di cipolla o aglio, come la zuppa di cipolle o l’aglio in polvere, può anche essere tossica.

I gatti con sintomi di letargia, debolezza, riduzione dell’appetito, gengive pallide e urine da arancione a rosso scuro devono essere immediatamente portati dal veterinario.

Uova crude, carne cruda e ossa:

Proprio come gli umani, il consumo di uova crude o carne cruda può portare all’avvelenamento da salmonella o E. coli nei gatti.

I sintomi della malattia variano ma possono includere vomito, diarrea e letargia.

Salmonella ed E. coli possono anche essere trasmessi agli esseri umani, quindi fai attenzione a lavarti bene le mani dopo la cottura e tieni il gatto lontano da questi cibi crudi.

Le uova crude contengono anche un enzima che può portare a problemi di pelle e pelo.

Fai in modo che il tuo gatto non mangi ossa crude – potrebbe soffocare o ferire il tratto digestivo o danneggiare i loro denti.

Bevande al cioccolato e alla caffeina:

Abbiamo tutti sentito dire che il cioccolato può essere fatale per i cani, ma è altrettanto velenoso anche per i gatti.

Il cioccolato contiene sostanze chiamate metilxantine, che possono causare vomito e diarrea, temperatura corporea elevata, tremori muscolari, ritmo cardiaco anormale, disturbi addominali, aumento della sete e convulsioni.

Le metilxantine si trovano anche nelle bevande contenenti caffeina e dovrebbero essere evitate. Rivolgiti al veterinario se il gatto prova uno di questi sintomi. Come regola generale, i cioccolatini più scuri sono più pericolosi del latte e della cioccolata bianca.

Alcol e pasta cruda:

Le bevande alcoliche e gli alimenti che contengono alcol possono essere pericolosi per il tuo gatto.

L’ingestione può causare vomito, diarrea, tremori, disorientamento, problemi di respirazione, coma e persino la morte. 

Se pensi che il tuo gatto abbia ingerito anche una piccola quantità di alcol, portalo immediatamente dal veterinario.

È anche importante tenere il gatto lontano dall’impasto crudo. La pasta cruda causa l’espansione dello stomaco o crea ostruzioni, se credi che l’abbia mangiato portalo subito dal veterinario.

Cibi per gattini: latte e prodotti lattiero-caseari? NO

lette gattini

Anche se il tuo gatto potrebbe divertirsi a bere latte, non è necessariamente un bene per lui.
I gatti hanno difficoltà a digerire il lattosio presente nel latte, che può causare mal di stomaco o diarrea.

La maggior parte dei gatti è esposta al lattosio solo dal latte materno quando sono gattini.

Poiché i gattini bevono solo dal latte materno per alcune settimane, i loro sistemi digestivi spesso non sono in grado di gestire una reintroduzione del lattosio.

Quindi, mentre alcuni gatti non hanno problemi a tollerare il latte, non è consigliabile bere nulla se non il latte materno mentre i gattini, a causa della possibilità di problemi digestivi.

Uva e uva passa:

Anche una piccola quantità di uva e uvetta può causare l’ammalarsi del gatto – possono anche portare a un rapido sviluppo dell’insufficienza renale. Entro 12 ore dall’ingestione, a volte si verifica il vomito.

Altri segni che possono manifestarsi entro 24 ore comprendono letargia, diarrea, riduzione dell’appetito, dolore addominale e dolore addominale.

Anche se non è chiaro perché, uva e uva passa possono causare insufficienza renale nei gatti, e anche una piccola quantità può far ammalare un gatto. Vomito ripetuto e iperattività sono segni precoci.

Sebbene alcuni gatti non mostrino effetti negativi, è meglio non dare al tuo gatto alcuna uva e tenere uva e uvetta fuori da luoghi accessibili al tuo gatto.

Cibo per cani:

cibo gatti
Sebbene il cibo per cani non sia tossico per i gatti, il tuo gatto ha bisogno di un insieme di sostanze nutritive molto diverso rispetto a un cane.

Il cibo per gatti dovrebbe contenere molta vitamina A, taurina, acido arachidonico e proteine, e il cibo per cani ha livelli molto più bassi di questi nutrienti. I cani possono sopravvivere con bassi livelli di vitamina A e proteine, mentre i gatti non possono.

I cani sono anche in grado di produrre taurina e acido arachidonico, ma i gatti devono avere questi acidi nel loro cibo. Senza una quantità sufficiente di taurina, i gatti possono sviluppare malattie cardiache, problemi visivi e dentali.

Impedire ai gatti di mangiare cibi pericolosi:

La vita e il benessere del tuo gatto dipendono dal tipo di cibo che mangia.

Tenendo cibi velenosi e pericolosi fuori dalla sua portata, e assicurandosi che consumi un alimento bilanciato, la stai aiutando a rimanere sano.

Ecco alcuni semplici consigli per impedire al tuo gatto di mangiare cibi pericolosi e tossici:

Conserva gli alimenti fuori dalla portata del tuo gatto. L’installazione di serrature a prova di gatto sugli armadi può essere necessaria per un curioso gattino.

Non lasciare il tuo gatto sul bancone mentre stai cucinando o mangiando.

Non dare da mangiare agli avanzi del suo tavolo.

È particolarmente importante essere più consapevoli durante le vacanze . È probabile che ci siano più persone in giro che potrebbero dargli del cibo, molte delle quali possono sconvolgere la pancia del tuo gatto o addirittura fargli del male.

Se noti o sospetti che il tuo gatto abbia mangiato uno di questi alimenti, portalo immediatamente dal veterinario.

Mentre alcuni di questi alimenti possono solo causare al tuo gatto un leggero disagio, altri possono essere molto più pericolosi per la sua salute. In caso di dubbi, chiedi al veterinario un consiglio.

 

Alimentazione Gatto

Come trasformare la dieta del tuo gatto in una dieta a base di carne cruda: la dieta BARF

posted by Alessandra 1 Comment

Cos’è la la dieta barf?

La BARF ossia biologically appropriate raw food, è una dieta a base di cibo crudo, appropriato per cani e gatti.

Ci sono molte opinioni contrastanti su questo tipo di alimentazione , ma questa si basa su un principio semplice, basta pensare che il gatto è  in natura un predatore che si ciba di topi e uccelli, quindi semplicemente quello che dovremmo fare e replicare nel miglior modo possibile questo tipo di alimentazione.

Evitando cosi di dare al nostro gatto cibi industriali come croccantini e scatolette.

Per i gattini che seguono lo svezzamento si presenterà più facile abituarli al cibo crudo, a differenza invece dei gatti adulti già abituati a cibarsi con croccantini e altri cibi per gatti.

Ma non demoralizzatevi e abbiate pazienza questo approccio passo-passo , funzionerà per quasi tutti i gatti.

La maggior parte dei gattini affronta prontamente il cibarsi con carne cruda e ossa, come un’ala di pollo, molto apprezzata se gli viene offerta.

Se hai già un gatto adulto che mangia ossa e carne cruda, fa in modo che i gattini imparino da lui. I gattini esattamente come i bambini tendono a copiare i comportamenti degli adulti che li circondano.

Passaggio all’alimentazione BARF per gatti adolescenti e adulti

Con questo passaggio seguirete tre fasi:

  1. Passaggio dal cibo secco alle conserve
  2. Passaggio dalle conserve al crudo
  3. Aggiunta di ossa carnose crude

La chiave per qualsiasi transizione è la pazienza.

La transizione può essere veloce o molto lenta. Con alcuni gatti il passaggio a BARF ha richiesto circa 5 giorni, per altri interi mesi.

Ci sono addirittura casi in cui i gatti, ci possono impiegare anni per abituarsi e passare a questo tipo di alimentazione.

Per quanto tempo ci vorrà, ti assicuriamo che ne vale la pena per il tuo gatto.

Infatti molti studi hanno sottolineato che questo tipo di alimentazione tende a migliorare la salute del gatto, scongiurando anche varie malattie provocate dall’alimentazione scorretta.

Suggerimenti per la transizione

barf-gatto

I suggerimenti per la transizione qui sotto usano il metodo lento e graduale.

Di solito funziona, anche se per alcuni gatti sembra non funzionare nulla.

Fai una prova con questi metodi e non arrenderti troppo presto.

Anche se di solito non sostengo l’uso della fame, per aiutare la transizione, oltre alla normale fame del pasto di 12 ore o giù di lì, puoi provare a fargli saltare un pasto se il tuo gatto è particolarmente testardo.

Se il tuo gatto è adulto, sano e non obeso, puoi aspettare più a lungo se rifiuta di mangiare in scatola o crudo. Consigliamo però di non andare oltre le 36 ore. Questo ha funzionato per alcune persone.

Sappi che qualsiasi gatto, specialmente un gatto sovrappeso, è a rischio per “La lipidosi epatica felina”, nota anche come sindrome del fegato grasso felino, inizia quando il fegato converte il grasso corporeo in energia.

I gatti non metabolizzano il grasso bene, le cellule di grasso si accumulano nel fegato e alla fine ne impediscono il normale funzionamento.

La FHL può essere pericolosa per la vita se non trattata, in genere è invertita attraverso l’alimentazione intensa.

Qualunque cosa mangi al momento il tuo gatto, vale sempre la pena provare a offrirgli un qualcosa di nuovo come il crudo . Potrebbe sorprenderti. Potresti cominciare a vedere se mangia un po’ di pollo crudo o di tacchino crudo, o del fegato di pollo crudo. Se lo fa … beh, potrebbe essere facile.

Da cibo secco a conservato senza cereali

I gatti diventano dipendenti dal cibo secco, quindi questo potrebbe essere il passo più difficile, specialmente se il tuo gatto non mangia anche cibo in scatola.

Per i gatti che mangeranno solo cibo secco:

Per prima cosa, smettila di dargli da mangiare cibi secchi. Il tuo gatto non ha bisogno di avere cibo disponibile in ogni momento. Mangiare due o tre pasti al giorno va bene.

Inizia a portare fuori il cibo durante i pasti regolari. I gatti impareranno la nuova routine molto rapidamente. Lasciarlo fuori per 30 minuti e poi mettilo via. All’inizio, potrebbe essere necessario avere più di due pasti al giorno.

Riduci a due o tre al giorno dopo una settimana, una volta che il tuo gatto si abitua a l’idea dei pasti. Se si ha più di un gatto, metti fuori una ciotola per ogni gatto, in stanze separate se necessario, in modo che ogni gatto si senta rilassato durante il suo pasto.

I tuoi gatti avranno fame, ma va bene. Niente migliora un pasto più che avere un appetito. Assicurati solo che ogni gatto mangi, ogni giorno.

Quando sembrano abituati ai pasti e vengono da te per i loro pasti, inizia a offrire cibo in scatola. Scegli una qualità senza cereali.

Evita i cibi con il pesce, poiché questi sono sapori eccessivamente forti di cui i gatti possono diventare dipendenti, al punto di rifiutare altri sapori.

Il pesce non è un alimento ideale per i gatti e dovrebbe essere dato loro con parsimonia solo come trattamento occasionale. Prova a mettere il cibo secco su un piatto piano con un po ‘del cibo in scatola sul lato.

Se non mangiano il marchio in scatola di qualità che hai scelto, prova una marca diversa di conserve. Anche un tipo di qualità inferiore se necessario, in quanto l’obiettivo a questo punto è quello di farli mangiare in scatola.

Potrebbero ignorarlo completamente, ma gli farà iniziare ad associare l’odore con la cena. Questo per una settimana o poco più.

Se ancora non sono interessati, prova a mettere un piatto di cibo in scatola con un po ‘di cibo secco sopra, intero o un po’ schiacciato. Essere affamati li rende più propensi a provare qualcosa di nuovo.

Potrebbero semplicemente scegliere il cibo secco – va bene. Con loro avranno solo un assaggio del cibo in scatola. Continua, anche se finisci per gettare via il cibo in scatola.

Prova diversi cibi in scatola

al tuo gatto potrebbe piacere uno più di un altro. Se sembra che il tuo gatto stia rosicchiando un po la scatola, prova a mettere fuori solo la scatoletta la prossima volta e guarda cosa succede.

Alcuni gatti possono essere tentati dal sugo di alcuni cibi in scatola. Questo è un passo avanti per un tossicodipendente con cibo secco confermato.

Prova un po ‘di carne per bambini.

Alcuni gatti lo mangeranno anche se rifiutano il cibo in scatola. Prova a farglielo leccare dal dito. Se lo mangiano, metti un po ‘sopra il loro cibo in scatola.

Puoi provare a mettere un po ‘di cibo in scatola al dito e metterne un po’ nella bocca del gatto. Fallo solo se non stresserà o spaventerà il tuo gatto, perché sicuramente non vorresti che ci fossero cattive associazioni con il nuovo cibo  che lo porterebbero poi ad avere paura di te.

Puoi anche provare a guarnire cibi in scatola con una carne disidratata. I gatti amano il pollo liofilizzato per esempio.

Questi prodotti si rivolgono ai consumatori di cibo secco perché hanno una consistenza simile e il gusto e l’odore sono irresistibili per la maggior parte dei gatti. Tieni presente che è un piacere, non un pasto.

Se ti chiedi “Perché non posso semplicemente immergere il cibo secco nell’acqua?” … la risposta è questa:”Il cibo secco ha un alto contenuto di batteri, la muffa si trova spesso anche negli alimenti secchi, ci sono stati molti decessi di cani e gatti che hanno ingerito muffe e tossine prodotte da funghi, generalmente riferite a quelle associate a cereali raccolti o prodotti derivati ​​da loro.”

Infatti la micotossina si manifesta prevalentemente nei cereali come grano, orzo, avena, segale e mais e meno spesso nel riso, nel sorgo e nel trisecale.

Le vomitoxine possono causare una riduzione dell’assunzione di cibo o vomito.

Una qualsiasi famiglia di micotossine, prodotta da muffe del genere Aspergillus, che può essere tossico, cancerogeno, mutageno o teratogeno;

Se proprio vuoi provare il trucco di bagnare il cibo secco per alterare la trama, per favore lascialo fuori solo per 20-30 minuti, poi gettalo via. I batteri e le muffe prosperano nell’umidità.

Una volta che i tuoi gatti stanno mangiando cibo in scatola, elimina completamente il cibo secco dalla casa.

I gatti hanno un eccellente senso dell’olfatto; se è in casa, lo sapranno.

Non scoraggiarti se il tuo gatto rivolge il naso a qualcosa che le piaceva il giorno prima. Questo non è inusuale. È così che i gatti hanno ottenuto la reputazione di pignoli.

Provalo ancora la prossima volta. Inoltre, non è insolito per un gatto comportarsi in modo vorace un giorno e non essere troppo interessato a mangiare il giorno seguente. Non preoccuparti se succede occasionalmente.

Ecco un suggerimento: prendere appunti. Soprattutto se hai più di uno o due gatti. Nota quali gatti amano quali alimenti e quali sapori.

Cerca sempre di far mangiare ai tuoi gatti alimenti in scatola senza cereali di qualità, ma è accettabile se all’inizio mangiano solo un cibo di qualità inferiore. Assicurati di passare a una qualità senza cereali in scatola o grezza a lungo termine.

Una volta che il tuo gatto ha eliminato il cibo secco ed è abituato ai pasti, dagli almeno un paio di settimane a questa nuova dieta e poi inizia la transizione verso il crudo.

Per i gatti che mangiano secchi e in scatola:

Questo è facile. Sbarazzati di tutto il cibo secco.

Concediti un paio di settimane per abituarti a una dieta in scatola senza cereali, con orari regolari dei pasti, e poi avvia il passaggio a crudo.

Per prima cosa prova a ritagliare un pollo crudo o un tacchino o un fegato di pollo e a proporlo al tuo gatto. Alcuni gatti saranno interessati immediatamente. I gattini mangiano il crudo senza problemi. Più giovane è il gatto, più facile sarà la transizione.

Per il tuo primo tentativo, puoi comprare del cibo crudo preparato in commercio o crearne un po ‘fatto in casa.

Se non vanno subito bene, ci sono un sacco di cose da provare. Non arrenderti!

Assicurati che il cibo crudo sia caldo.

Pensa alla temperatura corporea del topo. Non metterlo a microonde. Il microonde cuoce il cibo e ridurrà le sostanze nutritive.

Metti il ​​cibo in una busta per conservare cibi e mettilo in una ciotola di acqua tiepida per 5-15 minuti, a seconda di come è scongelato.

Metti il ​​cibo in scatola su un piatto piuttosto che in una ciotola, e metti un po’ di crudo vicino ad esso. Probabilmente non lo mangeranno, ma va bene.

L’idea è farli abituare al suo odore e iniziare ad associare quell’odore al loro pasto.

Come avrai notato, la carne cruda fresca ha un odore molto leggero e delicato e i gatti che sono abituati alla puzza del cibo in scatola potrebbero non riconoscerlo come commestibile in un primo momento.

Mescola un po ‘di crudo con il loro cibo in scatola. Inizia per esempio con ¼ di cucchiaino mescolato al suo pasto. L’ho tenuto a questa quantità per alcune settimane, e poi l’ho portato a ½ cucchiaino per altre settimane. L’ho aumentato a circa 1 cucchiaino e l’ho tenuto lì.

A meno che il tuo gatto non ti sorprenda cambiando idea da un momento all’altro, continua ad aumentare la percentuale di crudo, lentamente, finché non è tutto crudo.

Continua a dare al tuo gatto l’opportunità di mangiare un semplice pasto crudo.

Una volta che i tuoi gatti stanno mangiando crudo, assicurati di introdurre carne macinata nei loro pasti, se non l’hai già fatto.

Per la loro salute dentale e per i muscoli della mascella, i gatti devono masticare, usando i lati delle loro mascelle.

I gatti che hanno mangiato sempre e solo in scatola non hanno dovuto fare molta masticazioni, quindi potresti doverli iniziare gradualmente.

Aggiungi pezzi, di pollo, a tutto il cibo fatto in casa e alla maggior parte del cibo crudo commerciale che compri.

Sperando di prevenire costosi problemi dentali lungo la strada. Inizia in piccolo e aumenta gradualmente le dimensioni fino a che il tuo gatto mangerà pezzi più grandi.

Raw Meaty Bones

Questo è il termine per carne con ossa, mangiati interi o in parti.

I gatti possono mangiare piccole parti di pollo crudo intero o altri piccoli uccelli. Farli fare a volte è il problema. (Ho un gatto, Thodin, che è pazzo per le ali di pollo!)

Se il tuo gatto ha mangiato cibo secco o in scatola per un lungo periodo, potrebbe volerci un po ‘di tempo prima che le loro mascelle sviluppino buoni muscoli da masticazione per poter affrontare ossa carnose crude. Inizia con pezzi disossati nel suo cibo di terra.

Una volta che si è allenato a masticare pezzi di carne, provala su una piccola ala di pollo.

Ecco alcune idee da provare:

  • Prova ad introdurre ossa carnose crude quando i tuoi gatti hanno fame. È più probabile che facciano un tentativo.
  • Fai rotolare un’ala di pollo in un cibo che sai che gli piace, per incoraggiarli a provarlo..
  • Aggiungi le ossa di carne più piccole ai loro pasti regolari se sono già abituati a mangiare pezzi. Prova anche col coniglio. Potrebbero odiare il pollo ma amare la quaglia ad esempio
  • Usa l’istinto naturale del tuo gatto. Se hai un gatto che mangia ossa di carne crude, dagliene una quando tutti i tuoi gatti hanno fame cosi che  guardano gli altri possano incuriosirsi. Dopo che mostrano un po ‘di interesse ne prenda un altro e vedi cosa ne faranno. So che sembra un po’ strano, ma so per certo che funzionerà.