Quantcast
Cura dei Gatti

Ogni quanto mangia un Gatto? Tempi e frequenza di alimentazione per gatti:

posted by ange 0 comments

 

Il gatto è un carnivoro!

Leggendo quest’articolo, noi di Gatto blog abbiamo voluto approfondire l’argomento.

La sua alimentazione richiede una grande quantità di proteine, è solitamente attratto da carne di pollo, cavallo, manzo, maiale, pesce, frattaglie.

Le sue preferenze alimentari sono innate e sono legate alle caratteristiche fisiologiche e anatomiche che lo contraddistinguono da secoli.

 

I gatti sono creature abitudinarie

Possiamo usare questo fatto a nostro vantaggio creando un programma di alimentazione regolare e attenendoci ad esso.

Il gatto adulto a intervalli regolari fornisce la sicurezza e la prevedibilità di una routine. I pasti diventano un evento cardine del giorno attorno al quale vengono aggiunte altre attività. Una routine di alimentazione aiuta un gatto a far fronte quando ci sono cambiamenti nel nucleo familiare.

Una routine alimentare rende più facile il cambio di cibo necessario.

Quando un gatto è abituato a mangiare alla stessa ora ogni giorno, il suo corpo diventa condizionato ad aspettarsi il cibo in quei momenti. La fame può essere un grande motivatore! Se il palcoscenico è impostato per aumentare la fame seguita dai pasti a intervalli regolari, la transizione a un nuovo cibo sarà spesso semplice e diretta.

 

I gatti hanno una semplice anatomia dello stomaco.

Poiché i gatti hanno una semplice struttura dello stomaco (come gli umani), una volta riempito, si svuoterà entro poche ore mentre il cibo si sposta nel intestino tenue.

Dopo 8 – 10 ore, uno stomaco vuoto inizia a inviare segnali al cervello stimolando una risposta di fame. Per questo motivo, almeno due pasti al giorno sono i migliori per i nostri amici felini. Immagina se dovessi solo fare colazione ogni giorno! Regolari, i tempi di alimentazione di routine consentono al corpo del vostro gatto di essere preparato per il cibo che riceverà.

 

Una rottura delle abitudini alimentari può essere un segnale di pericolo per la malattia.

Quando i gatti mangiano regolarmente, questa abitudine diventa forte. È facile vedere a colpo d’occhio se tutto il cibo di un pasto è consumato. Se il cibo viene lasciato, sia tutto o parte di un pasto, questo è un segnale importante che qualcosa è sbagliato ed è ora di fissare un appuntamento veterinario.

 

Mi è stato detto che i gattini dovrebbero mangiare tutto quello che vogliono 3 o 4 volte per giorno.

Nutrire un gattino tutto ciò che può mangiare contemporaneamente è chiamato “ad libitum” o “libera scelta”. Questo è un ottimo modo per creare l’obesità giovanile, incoraggiare l’abbuffata, così come preparare il terreno per alcuni problemi ortopedici e il diabete. I gatti sono riconosciuti per avere un “set point” geneticamente determinato per la loro taglia adulta. Una crescita più lenta e controllata nei gattini ottimizza le condizioni del corpo nell’età adulta.

 

Quanti pasti dovrebbe mangiare il mio gatto ogni giorno?

Il numero di pasti che un gatto mangia al giorno dipende completamente dall’orario della famiglia. I gatti dovrebbero mangiare almeno due pasti al giorno, a circa 12 ore di distanza. Ma una colazione, un pranzo, un pomeriggio, una cena e subito prima dell’ora del letto è un’opzione altrettanto valida. Se trascorrono più di 12 ore tra un pasto e l’altro, lo stomaco può diventare iperacido e causare nausea.

 

Il mio gatto non finisce il suo pasto tutto in una volta. Penso che preferisca “pascolare”. Cosa dovrei fare?

Alcuni gatti riescono davvero a regolare l’assunzione di cibo abbastanza bene. È comunque una buona idea creare in loro l’aspettativa dei pasti. Ciò faciliterà l’aggiunta di un altro animale domestico ad un certo punto in futuro. Per i “pascolatori”, basta misurare l’intera porzione di cibo del giorno al mattino e offrire la ciotola più volte durante il giorno. Scegli orari regolari per creare la routine che sappiamo essere utile. L’importante è usare una porzione misurata per il giorno.

“L’importante è usare una parte misurata per il giorno.”

Un’altra considerazione è la uso di “giocattoli alimentari“. Ci sono troppe opzioni per elencarle qui, ma ci sono giocattoli alimentari rotolanti che interrompono un crocchette di cibo a intermittenza e giocattoli alimentari stazionari che richiedono al gatto di lavorare per il cibo. I giocattoli alimentari sono quasi divertenti per gli umani come lo sono per i gatti!

Il tuo veterinario rimane la migliore fonte di indicazioni nutrizionali per il tuo gatto.

Il tempo di alimentazione può essere un tempo di legame importante. Creare tempi di alimentazione regolari e regolari aumenta il divertimento nelle attività quotidiane.

 

Quanto cibo devo dare al mio Gatto?

Un gatto adulto deve mangiare circa 40 grammi di alimento umido (inteso sia come scatoletta che come cibo preparato da noi) per ogni chilo di peso. Ciò significa che un gatto di 5 kg deve mangiare 5 x 40 = 200 grammi di cibo al giorno.

Per passare al dosaggio di cibo secco dobbiamo dividere questo quantitativo per tre:

200 : 3 = 70 grammi circa.

L’alimento secco, essendo disidratato, è più concentrato, quindi il gatto ne deve mangiare di meno per ottenere il suo fabbisogno nutrizionale giornaliero. Ciò ci porta a due considerazioni.

Circa 70 grammi di crocchette, viste in una ciotola sembrano poco , ma non è così.

Il proprietario non riesce a capacitarsi che il gatto debba mangiare così poco, il gatto stesso sembra non saziarsi ed ecco che si aumenta la dose! Bagliato!

Solo che se diamo al gatto diciamo 100-150 grammi di crocchette, è come se gli stessimo dando 300-450 grammi di cibo umido, quasi mezzo chilo, Troppo!

Fai attenzione all’alimentazione del tuo gatto, il sovrappeso potrebbe indurlo in malattie cardiovascolari o diabete.

 

 

Facebook Comments
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: