fbpx
dermatite-felina-cibo

Dermatite del gatto da intolleranza alimentare: cosa fare?

Sebbene la patogenesi delle reazioni alimentari dermatologiche non sia completamente compresa, si ritiene che le reazioni immediate e le reazioni ritardate al cibo siano dovute ad una risposta immunitaria ipersensibile. Le reazioni alimentari dermatologiche sono reazioni non stagionali che si verificano in seguito all’ingestione di una o più sostanze che causano allergie nel cibo di un animale. La reazione fisica è spesso prurito eccessivo, con conseguente eccessivo graffio sulla pelle.

D’altra parte, l’intolleranza alimentare è una reazione idiosincratica non immunologica dovuta agli effetti metabolici, tossici o farmacologici degli ingredienti incriminati. Dal momento che non è facile distinguere tra reazioni immunologiche e idiosincratiche, qualsiasi risposta negativa al cibo viene generalmente indicata come reazione avversa al cibo.

Sintomi e tipi di Dermatite

Prurito non stagionale di qualsiasi posizione del corpo

Una scarsa risposta alle dosi anti-infiammatorie dei glucocorticoidi suggerisce ipersensibilità alimentare

vomito

Diarrea

Suoni eccessivi, passaggio di gas e frequenti movimenti intestinali

Dermatite da Malassezia (infezioni cutanee fungine), piodermite (infezioni cutanee batteriche) e otite esterna (infiammazione dell’orecchio esterno)

Placca – ampie aree piatte in rilievo sulla pelle

Pustola – infiammazione della pelle sollevata con pus

Eritema – arrossamento della pelle

Crosta – siero essiccato o pus sulla superficie di una vescica rotta o di una pustola

Scala – fiocchi o piatti di pelle morta

Calvizie autoindotta dovuta a graffi

Abrasione / piaghe sulla pelle a causa di graffi

Pelle coriacea, spessa, simile ad una corteccia

Iperpigmentazione – oscuramento della pelle

Alveari – urti gonfiati o infiammati sulla pelle

Pugnali giganti (segni allungati) sulla pelle

Dermatite pirotraumatica – infezione batterica delle ferite della pelle a causa di grattarsi eccessivamente

Le cause

Reazioni immuno-mediate – risultato dell’ingestione e successiva presentazione di una o più glicoproteine ​​(allergeni) prima o dopo la digestione; la sensibilizzazione può verificarsi quando il cibo passa nell’intestino, dopo che la sostanza è stata assorbita, o entrambi

Reazioni non immuni (intolleranza alimentare) – derivanti dall’ingestione di alimenti con alti livelli di istamina (un antigene noto per causare l’ipersensibilità immunitaria) o sostanze che inducono istamina direttamente o attraverso i fattori che rilasciano l’istamina

Si ipotizza che negli animali giovani i parassiti intestinali o le infezioni intestinali possano causare danni alla mucosa intestinale, con conseguente assorbimento anormale degli allergeni e successiva sensibilizzazione ad alcuni ingredienti.

Il tuo veterinario eseguirà un esame fisico completo sul tuo gatto, compreso un esame dermatologico. Le cause non alimentari di malattia dermatologica dovrebbero essere escluse. Il veterinario ordinerà un profilo chimico del sangue, un esame emocromocitometrico completo, un’analisi delle urine e un pannello elettrolitico per escludere altre cause di malattia. Dovrai fornire una cronologia approfondita della salute del tuo gatto, dell’insorgenza dei sintomi e di eventuali incidenti che potrebbero aver preceduto questa condizione, specialmente per quanto riguarda eventuali cambiamenti nella dieta e qualsiasi nuovo alimento aggiunto alla dieta del tuo gatto, anche se temporaneo.

Le diete per l’eliminazione degli alimenti sono consigliate per gatti che si ritiene soffrano di reazioni avverse al cibo. Queste diete includono tipicamente una fonte di proteine ​​e una fonte di carboidrati a cui il gatto ha avuto una limitata o nessuna esposizione precedente. Un miglioramento clinico può essere visto non appena quattro settimane nella nuova dieta, e la riduzione massima dei segni clinici può essere vista fino a tredici settimane nella dieta di eliminazione degli alimenti.

Ci sono due cose da tenere a mente quando intraprendi la dieta di eliminazione con il tuo gatto: i gatti richiedono una fonte di taurina nella loro dieta o diventeranno rapidamente ed estremamente malati e moriranno. Il tuo gatto ingerirà una quantità sufficiente di taurina fintanto che viene nutrito con carne; e, i gatti non hanno naturalmente le capacità digestive per gestire una grande quantità di carboidrati, quindi la proteina nella loro dieta dovrebbe superare i carboidrati di circa il 90%. Scegli una fonte proteica ad alto contenuto di taurina, come carne, pollo o pesce. Evitare le carni crude, in quanto possono essere una fonte di altri batteri, come la salmonella. Alcune carni animali suggerite che possono essere alimentate al tuo gatto sono carni di organi come fegato, cuore, ecc.

Se il tuo gatto migliora la dieta di eliminazione, deve essere eseguita una sfida per confermare che la dieta originale è stata la causa della malattia e per determinare quale ingrediente nella dieta originale ha innescato la reazione avversa.

Sfida: nutrire il tuo gatto con la dieta originale. Un ritorno dei segni conferma che qualcosa nella dieta sta causando i segni. Il periodo di prova dovrebbe durare fino al ritorno dei segni, ma non più di dieci giorni.

Gli ingredienti di prova per le prove di provocazione dovrebbero includere una gamma completa di carni (manzo, pollo, pesce, maiale e agnello), una gamma minima ma completa di cereali (mais, grano, soia e riso), uova e latticini . I risultati di queste prove guideranno la tua selezione di alimenti commerciali, sulla base di quegli alimenti preparati che non contengono la sostanza incriminata (s).

Trattamento

Evitare qualsiasi sostanza alimentare che ha causato il ritorno dei segni clinici durante la fase di provocazione della diagnosi. Antibiotici o farmaci antifungini possono essere prescritti dal veterinario in caso di infezione da piodermas secondario o Malassezia.

Vivere e gestire

Tratta, giocattoli masticabili, vitamine e altri farmaci masticabili (ad es. Prevenzione filaria) che possono contenere ingredienti della dieta precedente del tuo gatto devono essere eliminati. Assicurati di leggere attentamente tutte le etichette degli ingredienti. Se il tuo gatto trascorre il tempo all’aperto, dovrai creare un’area ristretta per evitare la caccia e il foraggiamento, oppure potresti dover considerare di tenere il gatto in casa, almeno durante il periodo di prova. Tutti i membri della famiglia dovranno essere informati del protocollo di test e devono aiutare a mantenere la dieta di prova pulita e libera da ogni altra fonte di cibo. La cooperazione è essenziale per il successo del trattamento di questo disturbo.

 

Facebook Comments