Quantcast
Razze di Gatti

Gatto Persiano: storia, carattere e curiosità

posted by ange 0 comments

 

Gatto Persiano: storia

Il gatto persiano è stato una delle razze più popolari per decenni e per una buona ragione.

Non sono solo glamour con il loro manto lungo , fluente e lussuoso, ma vantano anche nature estremamente dolci.

Sono di dimensioni medio grandi e sebbene siano intelligenti, a loro piace contemplare le cose prima di intraprendere qualsiasi azione.

I persiani hanno occhi meravigliosamente espressivi che sono solo uno dei motivi per cui si sono fatti strada nei cuori e nelle case degli amanti dei gatti di tutto il mondo ,e perché, sono rimasti costantemente una scelta popolare nel Regno Unito sia come compagni che come animali domestici.

La vera storia del gatto persiano rimane un mistero semplicemente perché i registri della razza non sono stati conservati  fino a tempi più recenti.

Ciò che noto è che questi gatti affascinanti esistono da secoli e infatti vediamo che i persiani sono stati esposti alla prima sfilata di gatti mai tenutasi nel Regno Unito a Crystal Palace nel 1871.

Fu in quel momento che i primi entusiasti della razza disegnarono lo standard di Persiani che vediamo oggi.

In realtà, la razza non è cambiata molto da quando sono apparsi per la prima volta in Inghilterra, tuttavia, a causa dei loro nasi corti, gli allevatori responsabili fanno del loro meglio per assicurarsi che i gatti siano allevati con cura per garantire che i persiani non abbiano gravi problemi di respirazione con il loro piccolo naso.

Una delle storie più popolari e ben documentata è che questi affascinanti gatti furono introdotti in Italia nel 1620 da Pietro della Valle quando importò gioielli, spezie e sete che acquistò in Persia.

Più o meno nello stesso periodo, Nicholas-Claude Fabri de Peiresc importò in Francia gatti a pelo lungo che aveva trovato in Turchia.

Questi gatti erano originariamente chiamati Angora che all’epoca era la capitale della Turchia e che ora è Ankara.

C’è una certa convinzione che questi due gatti fossero effettivamente una stessa razza.

Tuttavia, c’è anche la convinzione che questi gatti a pelo lungo fossero il risultato di incroci di gatti di origine egiziana.

Questa storia è sostenuta dai primi geroglifici egiziani trovati sulle pareti di antiche tombe.

Il fatto che questi gatti vantassero mantelli  più lunghi significava che erano adatti ai climi spesso più freddi sia della Turchia che della Persia.

Oggi, il gatto persiano è una delle razze più popolari in tutto il mondo, incluso nel Regno Unito grazie alle loro nature dolci e gentili e ai loro adorabili e affascinanti sguardi.

 

Gatto Persiano: caratteristiche e aspetto  

Il persiano è un gatto medio grande, dal portamento aristocratico e flemmatico, è sodo e massiccio; ha le zampe corte e tozze e i piedi larghi e rotondi ma questo non toglie nulla all’aspetto potente di un gatto.

Il suo muso è arrotondato e si presenta schiacciato, col naso infossato e con grandi occhi tondi molto colorati ed espressivi, le cui tonalità variano dall’arancio all’azzurro, al verde, al blu, con qualche eccezione per alcuni che possono avere un occhio arancio e uno blu.

Ha orecchie piccole.

Il gatto persiano richiede molta cura per via del suo lungo pelo: infatti va pettinato tutti i giorni e lo stesso vale per la pulizia degli occhi, per via della copiosa lacrimazione causata dalla conformazione del naso infossato che non gli permette lo scarico del muco (nel persiano ipertipico).

Il pelo arriva a misurare circa 20 cm.

I maschi sono molto più grandi delle femmine: i primi arrivano a pesare circa 6  kg e mezzo; le femmine pesano intorno a 3,5 Kg.

Esistono due diverse varietà di gatto persiano: il “normotipo”, detto anche doll face,[1] che è quello “vecchio tipo”, in cui il profilo è ancora sporgente rispetto agli occhi,[3] ed quello “ipertipico”, in cui le caratteristiche tipiche del persiano, come il muso schiacciato, sono esasperate, e potenzialmente problematiche per la salute del gatto.

Quando si tratta del loro manto, il persiano vanta un pelo lussuoso, lungo e piacevole al tatto.Il gatto persiano è accettato in duecento colorazioni, che variano per pezzature e per disegni. Colori principali o classici sono:

  • Smoke Persian
  • Chinchilla
  • Golden Persian
  • Shaded Silver Persian
  • Cameo
  • Pewter
  • Tabby Persian
  • Tortoiseshell
  • Tortie e bianco
  • Bi-Color Persian
  • Colourpoint

Gatto Persiano: temperamento

Come molte altre razze, il persiano ama avere una routine nella loro vita e non gli piace particolarmente quando qualcosa cambia per qualsiasi ragionare.

A loro piace essere nutriti alla stessa ora del giorno e non apprezzarlo quando i mobili vengono cambiati in casa.

Sono rinomati per la loro natura dolce e gentile, che è solo uno dei motivi per cui sono meravigliosi animali domestici e compagni di famiglia.

I persiani amano un ambiente calmo e silenzioso piuttosto che uno chiassoso e rumoroso.

Di conseguenza, anche se vanno d’accordo con i bambini più piccoli, sono più adatti alle famiglie in cui i bambini sono un po ‘più grandi e che quindi sanno come gestire i gatti e come comportarsi intorno a loro e quando lasciare il proprio animale da solo.

I persiani non sono eccessivamente loquaci e hanno voci dolci e tranquille.

Il loro modo principale di comunicare i loro sentimenti con un proprietario è attraverso i loro occhi che sono incredibilmente espressivi.

A differenza di molte altre razze, ai persiani piace tenere i piedi per terra e sono più probabilità di essere trovati drappeggiati sul retro di una sedia comoda che in cima a uno scaffale alto.

Come accennato in precedenza, adorano stare intorno ai loro proprietari e accetteranno felicemente di essere coccolati ogni volta che possono.

Tuttavia, non sono eccessivamente esigenti per natura e come tali sono abbastanza felici di essere lasciati soli, ma mai per lunghi periodi di tempo.

 

Gatto Persiano: intelligenza

I persiani sono gatti intelligenti, ma non fanno mai niente rapidamente , preferiscono prendersi tempo e contemplare le cose prima di reagire.

Questo significa che sono più lenti a rispondere a qualsiasi cosa, ma quando lo fanno non c’è modo di impedire a un persiano di divertirsi molto.

A loro piace giocare a giochi interattivi come inseguire il giocattolo.

Sebbene amano passare il tempo con i loro proprietari, un persiano non è appiccicoso o esigente, il che significa che, purché abbiano molti giocattoli con cui giocare e bei posti accoglienti in cui accoccolarsi, sono piuttosto felici di essere lasciati soli, ma mai per troppo tempo.

 

Gatto Persiano: bambini e altri animali

I persiani con le loro personalità rilassate e affettuose sono la scelta perfetta per le famiglie con bambini.

Sono molto tolleranti nei confronti dei bambini di tutte le età, pur preferendo come abbiamo già detto in precedenza la compagnia di bambini più grandi di età, e questo è solo uno dei motivi per cui sono rimasti costantemente uno degli animali domestici più popolari nel Regno Unito.

Detto ciò, ai bambini è necessario insegnare come comportarsi nei confronti dei gatti e quando lasciarli soli, soprattutto perché i persiani preferiscono un ambiente tranquillo e calmo piuttosto che rumoroso.

Si comportano bene anche con i cani, specialmente se sono cresciuti insieme.

Tuttavia, bisogna fare attenzione quando si introduce un persiano nei cani che non conoscono già nel caso in cui il cane non vada d’accordo con le loro controparti feline.

Sono incredibilmente socievoli e rilassati di natura e sono stati conosciuti per essere appunto animali più piccoli e  domestici.

Gatto Persiano: salute

L’aspettativa di vita media di un persiano è tra 15 e 18 anni se adeguatamente curata e nutrito con una dieta appropriata e di buona qualità per adattarsi alla loro età.

Il Persiano è noto per essere una razza sana sebbene sia spesso soggetta a problemi di respirazione.

Con questo, possono soffrire di alcuni problemi di salute ereditaria che vale la pena conoscere se state progettando di condividere la vostra casa con uno di questi gatti affascinanti.

Le condizioni che sembrano interessare maggiormente la razza sono le seguenti:

  • Malattia del rene policistico (PKD) – gli allevatori devono sottoporsi al test del DNA dei gatti studiati
  • Atrofia della retina progressiva (PRA) – gli allevatori devono sottoporsi al test del DNA dei gatti studiati , Problemi di respirazione
  • Problemi di pelle
  • Problemi agli occhi

Gatto Persiano: cura

I persiani devono essere curati regolarmente per assicurarsi che mantengano il pelo e la pelle in condizioni ottimali.

Come gli altri gatti, tendono a perdere il manto in primavera e poi di nuovo in autunno, quindi e necessario spazzolarlo più frequentemente.

I persiani amano il contatto, sopratutto quando vengono curati, e questo aiuta a rafforzare il legame che hanno con i loro proprietari.

Gli occhi di un persiano devono essere regolarmente puliti per evitare la formazione di croste e rimuovere qualsiasi secrezione dovuta dalla costante lacrimazione.

È anche importante controllare regolarmente le orecchie di un gatto e pulirle quando necessario.

Se si accumula troppa cera, può portare a un’infezione dolorosa che può essere difficile da curare.

In breve, la prevenzione è più facile che curare  le infezioni dell’orecchio.

I gatti spesso soffrono di acari dell’orecchio che può essere un vero problema, motivo per cui è così importante controllare le orecchie regolarmente.

Inoltre, i gatti devono essere nutriti con cibo di buona qualità che soddisfi tutti i loro bisogni nutrizionali, specialmente per gattini e gatti più anziani.

 

 

Gatto Persiano: livelli energetici – Giocosità  

I persiani non sono gatti ad alta energia, ma si divertono a giocare giochi interattivi con i loro proprietari quando sono in giro e quando non stanno facendo un sonnellino.

Tendono a giocare in brevi raffiche e quando si muovono, lo fanno al loro ritmo.

Tuttavia, quando un persiano decide di inseguire un giocattolo, è veloce sulle sue zampette corte e recupererà felicemente un oggetto in modo che possa essere gettato di nuovo per loro.

I gatti tenuti come animali domestici devono ricevere molte cose da fare e posti in cui nascondersi quando vogliono semplicemente togliersi di mezzo.

Devono anche avere un sacco di posti accoglienti dove possono accoccolarsi per un sonnellino quando l’umore li prende perché, come tutti i gatti, i persiani adorano sonnecchiare durante il giorno.

Gatto Persiano: alimentazione

Se si ottiene un gattino persiano da un allevatore , spesso stesso loro provvedono a darvi un programma di alimentazione ed è importante attenersi alla stessa routine, alimentando i gattini con lo stesso cibo  per evitare eventuali disturbi alla pancia.

È possibile modificare la dieta di un gattino, ma questo deve essere fatto molto gradualmente sempre assicurandosi che non sviluppino disturbi digestivi e se lo fanno, è meglio ritornare alla loro dieta originale e discutere con il veterinario prima di tentare per cambiarlo di nuovo.

I gatti più anziani non sono noti per essere schizzinosi, ma questo non significa che possano ricevere una dieta di qualità inferiore.

È meglio nutrire un gatto maturo più volte al giorno, assicurandosi che sia un alimento di buona qualità che soddisfi tutte le sue esigenze nutrizionali, che è particolarmente importante quando i gatti invecchiano.

È anche importante tenere d’occhio il peso di un gatto, perché se iniziano a metter troppo peso questo può avere un impatto serio sulla salute e sul suo benessere generale.

Come tutte le altre razze, i Persiani hanno sempre bisogno di accedere a acqua fresca e pulita.

 

 

Facebook Comments
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: