fbpx
News Feed

Lingua del gatto: come mai è ruvida e che funzioni ha

posted by Mary 0 comments

Tutti noi gattari abbiamo avuto esperienza della lingua ruvida del gatto e dei suoi bacini “rasposi”. La lingua del gatto è molto particolare, proprio per questa sua superficie ruvida, quasi come carta vetrata, e ti sarai magari chiesto come mai la lingua del gatto è fatta così. Certo è bellissimo essere leccati dai propri gatti, perché significa che ci danno i bacini, ma la sensazione di carta vetrata, se abbiamo la pelle un po’ delicata, non è sempre il massimo. In questo articolo vedremo proprio come è fatta la lingua del gatto e vedremo anche se la lingua del gatto è soggetta a malattie.

La lingua del gatto è uno degli elementi che formano, assieme a molti altri, il suo apparato digerente, ed ha delle funzioni sia in relazione al cibo, ma anche a molto altro.

La lingua del gatto, come la lingua di tutti gli animali è formata da una radice, da un corpo e dalla punta.

Perché la lingua del gatto è ruvida

La lingua del gatto è ruvida perché è ricoperta di piccole spine chiamate papille, a forma di piccoli ganci. Queste papille sono fatte di cheratina, lo stesso materiale delle nostre unghie. La cheratina è un materiale traslucido ma anche molto solido. Le papille sulla lingua del gatto sono più corte ai lati e più lunghe al centro e sono tutte orientate verso la cavità orale.

Questi uncini che il gatto ha sulla lingua sono molto utili per la pulizia del suo pelo e per districare i nodi. I peli del gatto rimangono impigliati tra le papille che agiscono come una vera e propria spazzola.

Ma perché il gatto si lecca così tanto? Fa parte del suo istinto: essendo in natura preda ma anche predatore, è importante che dopo il pasto si pulisca bene il pelo per eliminare l’odore del sangue, che potrebbe invitare altri predatori verso di lui. Il tuo gatto si lecca troppo secondo te? Leggi qui.

I gatti, come ben sappiamo, sono molto meticolosi nella pulizia, e passano ore ed ore a leccarsi il pelo per districarlo e pulirlo, i nodi nel loro pelo danno loro molto fastidio e grazie alla lingua fatta in questo modo, possono districarli come usando un vero e proprio pettine.

Le papille della lingua del gatto sono state create per aiutarlo nella caccia, perché aiutano a pulire a fondo le ossa delle prede dalla carne residua, ottenendo il massimo nutrimento possibile. Ma sono anche un’arma a doppio taglio perché spingono verso la gola anche materiali che non vorremmo che il gatto ingerisse: ad esempio se lasciamo in giro per casa fili di stoffa, corde, elastici, se il gatto li lecca è possibile che gli ingerisca, causando dei problemi.

La lingua ruvida del gatto ha una funzione molto importante anche per i gattini: tramite il leccamento vigoroso di mamma gatta verso i suoi cuccioli, si crea un legame molto forte. Sappiamo che i gattini nascono ciechi, e che nei primi giorni si muovono ed interagiscono con il mondo solo tramite l’olfatto ed il tatto. Per questo un tocco così deciso come quello di una lingua rasposa, li stimola tantissimo. Inoltre mamma gatta usa la lingua anche per stimolare l’evacuazione dei cuccioli, leccandoli sotto la coda. Senza questo movimento, i micini non imparano a defecare da soli.

La lingua del gatto al microscopio

Ecco alcune curiose ed interessanti immagini della lingua del gatto al microscopio.

Le spine sulla lingua di un gatto puntano tutte nella stessa direzione, rendendo più facile districare i peli e direzionandoli verso la gola dove vengono ingoiati. Foto di Alexis Noel / Georgia Tech

Purtroppo è tramite queste spine che formano un vero e proprio pettine che il gatto ingerisce molto pelo quando si lecca, formando i conosciuti boli di pelo.

La bellissima vista laterale ingrandita di una lingua di gatto mostra la forma ad artiglio delle singole papille. Foto di Alexis Noel / Georgia Tech

A cosa serve la lingua del gatto

La lingua rasposa del gatto, con le sue caratteristiche così particolari, assolve a tre funzioni:

per la toeletta, ossia per pettinare il pelo, quindi per pulirsi;per l’alimentazione, cioè per strappare la carne dalle ossa quando il gatto si nutre;per sentire i gusti del cibo: per approfondire come sente i sapori del cibo il gatto, ti rimando all’articolo del dott. Valerio Guiggi, Come si ciba il gatto in natura;per regolare la temperatura corporea, infatti quando il gatto ha caldo, si lecca per bagnare il pelo in modo che poi la saliva evapori disperdendo il calore corporeoper bere, infatti i gatti usano la lingua per bere come una vera spatola che piegano all’indietro, immergono nell’acqua, e sollevano verso l’alto.Ecco in una immagine animata il meccanismo tramite il quale il gatto beve con la lingua. Se osservi attentamente, la lingua non si curva in avanti, come si potrebbe pensare, ma verso l’indietro, verso il corpo, fungendo così da cucchiaio. Questo movimento è molto veloce, infatti sembra che il gatto riesca a dare ben 4 leccate al secondo per bere, assumendo acqua in modo molto più veloce rispetto, ad esempio ai cani quando bevono.

Se il gatto sta con la lingua fuori

Perché a volte i gatti stanno con la lingua fuori? Avete mai visto il vostro gatto, mentre dorme, avere un pezzettino di lingua fuori dalla bocca? Io li trovo carinissimi! oppure a volte succede che si stanno leccando e toelettando, ma vengono distratti da qualche rumore, alzano la testa e rimangono con la lingua fuori, sono davvero buffi,

Non c’è nulla di strano se il gatto tiene la lingua fuori in questo modo. Non ti devi preoccupare nemmeno se il gatto dorme con la lingua fuori: è completamente rilassato e capita che gli spunti fuori un pezzettino di lingua. Io mi devo trattenere in quel momento dal dargli tanti baci, ma questo è un altro discorso!

Un gatto può tenere la lingua fuori se ad esempio fa molto caldo e ansima, oppure quando è in ansia. In questi casi tiene la bocca aperta per dissipare calore attraverso la lingua. Attenzione al colpo di calore nel gatto, se vedi il tuo gatto ansimare con la lingua fuori, ponilo al fresco,

Lingua del gatto: malattie

Se invece il gatto sta con la lingua fuori in modo strano, potrebbero esserci dei problemi, potrebbe ad esempio avere dolore. Le malattie della lingua del gatto possono essere di diverso tipo ed avere diverse cause, eccone alcune:

stomatite felina: cioè ulcere dolorose nel cavo orale. Il gatto ne è spesso soggetto. In questi casi il gatto potrebbe leccarsi molto spesso la bocca, avere difficoltà a mangiare e non voler farsi aprire la boccatumori, in questo caso potrebbe esserci scialorrea (salivazione eccessiva), sanguinamento, difficoltà nella alimentazione;vesciche;infezioni;candida con placche biancastre;gengiviti e parodontiti;intossicazioni, vedi l’articolo Sintomi avvelenamento del gatto, cosa fareIn tutti questi casi, specie se il gatto sbava o tiene la lingua fuori in modo anomalo, il consiglio è di consultare il vostro veterinario di fiducia.

E tu hai mai visto il tuo gatto con la lingua fuori? Se vittima dei bacini rasposi del tuo gatto? Raccontami tutti nei commenti!
L’articolo Lingua del gatto: come mai è ruvida e che funzioni ha proviene da MicioGatto.it.

Facebook Comments